Questo è un post di pubblicitá dichiarata al film coreano “Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera”. ll titolo e la provenienza possono sconcertare, ma di cuore vi dico che non diffidiate, è bellissimo!

Niente commenti, solo questa breve trama. Le riflessioni le lascio a ognuno di voi. 

È un film dell’autore-regista coreano Kim Ki-duk, ambientato in un eremo buddista al centro di un lago in una foresta incontaminata. Il film racconta la vita di un monaco buddista attraverso le stagioni della sua vita.

Wikipedia