Cavolo romanesco e patate

 

Domenica ho fatto questa ricetta trovata pubblicata da Aziz sulla bellissima web di cucina http://www.coquinaria.it e devo ammettere che il risultato è gratificante quanto la raffinatezza della descrizione dell’autore. La consiglio di cuore e la pubblico così com’è in rete ma con la foto fatta da me!

«Pulisco un piccolo cavolfiore verde ( lo preferisco al bianco perche’ piu’ saporito e meno “odoroso”), lo riduco in cimette e metto al vapore.

Mentre lui suda nella sua sauna personale, sciolgo una noce di burro nella padellona (ci vorrebbe il ghee, ma non ne ho piu’) e vi faccio rosolare un porro affettato fine fine poi unisco un pezzetto di cannella, due – tre chiodi di garofano, uno spicchio d’aglio tritato, un peperoncino piccante, due o tre semi schiacciati di cardamomo verde e una grattatina di zenzero fresco.

Mentre per casa spandono profumi da mille e una notte, riduco a tocchetti alcune patate e le presento al soffritto: un pizzico di sale ed e’ amore a prima vista.

Quando le patate iniziano a farsi bionde (fors’anche di piu’) incorporo un bicchiere d’acqua bollente per calmare gli animi e incoperchio.

Ogni tanto una rigirata, ogni tanto una sbirciata, tanto per controllare che succede la’ sotto, pronto a unire ancora un goccio d’acqua per lasciar intenerire tutto.

Quando le patate ormai sono l’ombra di se stesse spengo il fuoco e copro con il cavolfiore rimescolando delicatamente per un paio di minuti.

Il sapore dolce delle patate legato a quello piu’ aromatico del cavolfiore e l’ abbraccio esotico di tante spezie… »

http://www.coquinaria.it/archivio/cucina/ricette/cavolfiore_e_patate_speziati.html

Io ho usato il cavolo romanesco, ottimo e davvero artistico!