Il modo più semplice e affascinante per comprendere il significato dell’ideogramma Reiki è tracciarlo secondo i principi dello Shodo, l’arte della calligrafia giapponese.

Reiki è una parola giapponese che significa Energia Vitale Universale e nasce dall’unione di due concetti:

Rei che possiamo definire come Forza Spirituale e che contiene gli ideogrammi che in giapponese significano Pioggia , Bocche e Fare sacrifici.

KI che è un concetto fondamentale nella medicina tradizionale cinese e nelle arti marziali e che possiamo tradurre come Energia che scorre nel Corpo o Forza Interiore. Qui ritroviamo l’ideogramma che rappresenta la pioggia insieme ad un altro che significa Chicco di Riso.
L’unione di REI e KI dà origine alla parola Reiki, che viene utilizzata per definire sia la disciplina o la pratica che l’energia utilizzata.

  

L’energia universale

L’universo è fatto di energia. La famosa equazione di Albert Einstein ( E = Mc2) dimostra che energia e materia sono la stessa cosa.

L’energia vitale era conosciuta fin dall’antichità (in verità meglio di quanto la conosciamo oggi).

Ad esempio i Cinesi la chiamavano Chi, gli Egiziani Ka, gli Indù Prana, nella nostra tradizione, Ippocrate la chiamava Forza guaritrice della natura. In tempi più recenti, un grande scienziato incompreso, Wilhelm Reich, l’ha chiamata energia orgonica.

Lavorando sull’energia si ottengono risultati sorprendenti.

Ad esempio è possibile realizzare un raddrizzamento della colonna vertebrale equivalente a quella di una manipolazione in pochi minuti, senza nemmeno toccare la persona; perché a spostare le vertebre è l’organismo stesso, in un processo di riequilibrio.

La struttura energetica umana

Le varie tradizioni hanno definito dei modelli interpretativi dell’anatomia e della fisiologia energetica. Ad esempio nella tradizione Cinese si usano meridiani e punti di agopuntura.

Nel Reiki l’attivazione delle capacità latenti si ottiene aprendo dei canali energetici che mettono l’individuo in contatto diretto con l’energia.

Questo processo, che viene fatto dal Master, si chiama iniziazione o attivazione.

Il fluire dell’energia

A questo punto la persona, con un semplice gesto, è in grado di connettersi con l’energia vitale, farla fluire dentro di se e proiettarla.

Durante un trattamento l’operatore non usa la sua energia, canalizza energia cosmica, e ne riceve molta egli stesso.

L’armonizzazione

Questo è il grande potere del Reiki.

Armonizzare le energie (e la materia) dell’operatore, di chi riceve l’energia, delle cose che lo circondano.

L’organismo attiva potenti meccanismi di autoguarigione e riequilibrio.

L’energia delle persone e delle cose entra in sintonia, come gli strumenti di un’orchestra accordata.

Corpo, mente ed spirito (psiche)

La nostra cultura tende a vederli come separati, addirittura in conflitto.

Si tratta invece di aspetti di un’unica realtà, ed il confine tra di loro è assolutamente arbitrario.

Dicendo che il Reiki agisce su questi livelli si fa un’astrazione che ha poco senso, perché lavora sull’unità.

In realtà l’esperienza del Reiki ci porta a sentire, più che a capire, come stanno le cose, aiutandoci a superare una divisione artificiale e dannosa.

Cosa avviene

Il Reiki agisce sulla struttura energetica, attivando un processo di purificazione e d’armonizzazione.

La purificazione rimuove le energie congeste, le porta alla superficie e le espelle.

L’armonizzazione tende a ripristinare il funzionamento sano, ed attiva i processi d’autoguarigione.

L’azione a livello emozionale aiuta a superare blocchi che spesso sono la causa di stati patologici (V. lavaggio energetico)

Si è osservato che il Reiki rinforza le difese del corpo, allenta lo stress, migliora l’eliminazione delle tossine, la circolazione sanguigna, il metabolismo, la concentrazione e rende più resistenti agli stati ansiosi.

IL Reiki funziona benissimo anche abbinato ad altre forme terapeutiche.

Salute e persona

La salute è soltanto un aspetto dell’esistenza, che va vista come un’unità.

Si parla giustamente della malattia come maestra di vita, ed in molti casi il legame tra la vita che conduciamo e le situazioni patologiche è chiaro a tutti.

Il Reiki è un importante contributo allo sviluppo armonico della nostra individualità.

Questo è uno dei motivi che lo rende prezioso per la crescita personale e così efficace nei processi di guarigione.

Effetti del Reiki

  •  Riequilibrio delle nostre riserve energetiche

  •  Rimozione dei blocchi e completo rilassamento

  •  Purificazione di veleni e tossine

  •  Armonizzazione su tutti i piani dell’esistenza: fisico, spirituale, emozionale e psichico

  •  Sollecitazione dell’autoguarigione secondo le necessità individuali